Uno stoico Asiago cade a Lubiana

Una stoica Migross Supermercati Asiago Hockey cade a Lubiana con il risultato finale di 3 a 1. I Leoni si presentano a Lubiana con diverse assenze, non sono infatti della partita Cloutier, Ginnetti, Miglioranzi, Loschiavo e Caporusso. Tessari di fatto non partecipa alla partita, ma ricopre il ruolo di back up; Bortoli è rimasto ad Asiago, insieme a Bitetto e Parini, per giocare con l’under 19 che si trovava senza portiere e il portiere che sarebbe dovuto arrivare dal farm tema del Pergine non ha potuto essere presente. Mattila ha così dovuto disegnare le linee per distribuire le forze su tre linee, che hanno lottato dall’inizio alla fine sul ghiaccio dei campioni in carica della Alps Hockey League.
 
Primo tempo abbastanza equilibrato, quello della Hala Tivoli di Lubiana. I Giallorossi nonostante le tante assenze non si lasciano sopraffare dall’Olimpija. I Leoni possono giocare in powerplay due volte, la seconda addirittura per 4 minuti, ma non riescono a sfondare e il risultato rimane quindi fermo sullo 0 a 0. Negli ultimi minuti della frazione, i padroni di casa iniziano ad alzare la pressione e vengono premiati al 17’, quando un tiro di Mark Cepon viene (forse) deviato sotto porta da Kujavec, battendo un incolpevole Luca Stevan, che non può far altro che guardare il disco attraversare la linea di porta. Il goal per la cronaca viene assegnato a Cepon.
 
Anche nella frazione centrale il gioco è molto equilibrato e le due squadre si affrontano a viso aperto. Dopo 5 minuti e 59 secondi l’Asiago perviene al pareggio con Rosa, che conclude un bello scambio tra Magnabosco e McParland, depositando il disco tra i gambali di Us. La prima vera occasione per i padroni di casa arriva a metà tempo: Music, lasciato libero dalla difesa Stellata, ci prova due volte ma sulla sua strada trova un attento Luca Stevan. Al 15’ un tiro degli sloveni viene respinto alto da Luca Stevan, che poi prova a recuperarlo con il guantone, ma Jezovsek lo anticipa con il bastone alto, il disco entra in porta ma gli arbitri giustamente annullano la marcatura.
 
Nel terzo tempo la stanchezza inizia a farsi sentire ma i Giallorossi resistono imperterriti e al 9’ vanno vicino al goal con Olivero, che di forza protegge il disco ma viene fermato dall’estremo difensore di casa. Tre minuti più tardi, al 12’, l’Olimpija passa in vantaggio dopo un’azione insistita, alla fine è Kristjan Cepon a mettere il disco sotto l’incrocio da posizione defilata. Al 15’un’azione analoga porta al goal di Simsic, che però segna dal lato opposto (sinistro). Un minuto dopo il goal si accende una rissa dalle parti di Us con diversi giocatori coinvolti. Gli arbitri sanzionano McParland e Chad Pietroniro da una parte, Orehek, Sever, Zorko e Jezovsek (10 minuti per cattiva condotta) dall’altra. Mattila prova a togliere Stevan tra i pali ma l’Asiago non ne ha più e non riesce ad accorciare. Si arriva così alla sirena che sancisce la fine della partita e del Master Round.
 
La Migross Supermercati Asiago Hockey con questa sconfitta rimane al 6° posto della classifica e dovrà attendere domani mattina per sapere chi sarà il suo avversario ai quarti di finale.
 
Formazione OLimpija: Us (Spreitzer), Zorko, Kujavec, Sever, Simsic, Bohinc, Music, Logar, Cepon M., Planko, Gorse, Orehek, Brus, Rajsar, Jezovsek, Cepon K.
 
Formazione Asiago: Stevan L. (Tessari), Forte, McParland, Olivero, Dal Sasso, Stevan M., Casetti, Vankus, Forte M., Pietroniro P., Pietroniro C., Lievore, Benetti, Gellert, Rosa, Magnabosco.
 

Per Time Score   GS Team Scored by Assist by Assist 2 by
1 17:37 1:0   EQ HKO Cepon M. (27) Simsic N. (12) Kujavec A. (9)
2 25:59 1:1   EQ ASH Rosa M. (91) McParland S. (10) Magnabosco J. (95)
3 52:13 2:1 GWG EQ HKO Cepon K. (92) Rajsar S. (81) Sever M. (10)
3 55:27 3:1   EQ HKO Simsic N. (12) Cepon K. (92) Zorko L. (7)
 
Gli altri risultati: Fassa – Linz II 6:1, Feldkich – Kitzbuhel 6:5, Gherdeina – Klagenfurt 8:6, Lustenau – Vienna II 4:3 SO, Vipiteno – Red Bull Hockey Juniors 6:2, Zell am See – Bregenzerwald 11:6, Rittner Buam – Cortina 4:3 OT, Val Pusteria – Jesenice 3:4


Foto di Paolo Basso

foto