Rigori fatali per la Migross Asiago contro l'Olimpija

La Migross Supermercati Asiago Hockey, nonostante un’ottima prestazione, esce sconfitta ai rigori dall’Olimpija per 4-5. Giallorossi che ritrovano Marchetti, Naclerio e Bina, ancora assente invece Phil Pietroniro.
 
Nei primi minuti della partita è il Lubiana a gestire il possesso del disco senza però creare grossi pericoli alla retroguardia di casa. Successivamente è la Migross Asiago ad alzare il ritmo, ma al 7’ Chad Pietroniro viene penalizzato per uno sgambetto, così i Leoni devono difendersi in quattro ma riescono ad uscire indenni dalla penalità. Due minuti più tardi è l’Olimpija ad essere penalizzata per troppi giocatori sul ghiaccio. La prima linea Giallorossa va vicina al goal con delle conclusioni dalla blu di Gellert deviate sotto porta, ma è il secondo blocco a confezionare l’azione vincente: Magnabosco con un gran passaggio serve Marchetti che arriva sulla destra, il cui tiro al volo finisce oltre la linea rossa per l’1-0. Il vantaggio dura meno di 3 minuti, infatti, al 13:40 Rasjar si avventa su un disco deviato da Casetti e lo infila all’incrocio dei pali. Al 15’ l’Olimpija Lubiana segna il goal del vantaggio con Kristjan Cepon, dopo una bella triangolazione nel terzo offensivo. Il goal viene convalidato dopo più di un minuto di gioco grazie alla consultazione dell’istant replay da parte dell’arbitro.
 
Ad inizio secondo tempo l’Asiago torna subito in vantaggio con Tessari, che al volo capitalizza una gran giocata di Bardaro, riportando così il risultato in pareggio. I Giallorossi sono indemoniati e continuano a premere, mettendo sotto pressione gli ospiti per larghi tratti della frazione, ma Us si fa trovare sempre pronto. A metà tempo sono gli sloveni ad avere una limpida chance da goal con Koblar, che a porta vuota spara alto. Al 15’, con gli Stellati in powerplay, Bardaro recupera una gran disco, si accentra e serve Gellert a rimorchio che di polso tira una sassata all’incrocio dei pali portando i suoi sul 3-2. Negli ultimi minuti l’Olimpija aumenta l’intensità di gioco e mette in difficoltà l’Asiago che a 40 secondi dal termine capitola, subendo il goal di Rajsar, abile nello sfruttare un rimbalzo davanti alla porta di Cloutier.
 
Nel terzo tempo le due squadre giocano a viso aperto senza risparmiarsi, ma i due portieri tengono in piedi le due squadre. A metà tempo un tiro dalla blu di Kristjan Cepon viene deviato sotto porta da Koren e l’Olimpija torna in vantaggio 3-4. I Leoni non mollano e non sono disposti a cedere, così, due minuti dopo in superiorità numerica, trovano il pareggio, anche in questo cosa con una deviazione di Bardaro su un tiro dalla blu di Gellert. Negli ultimi minuti del tempo, così come era successo nella frazione centrale, gli sloveni alzano il ritmo e l’Asiago è costretto a chiudersi in difesa. A pochi secondi dal termine Bardaro mette il disco in zona neutra che viene raccolto da Chad Pietroniro, l’attaccante #47 si invola in contropiede, ma da solo contro Us colpisce il palo. Si va all’overtime, ma anche i 5 minuti supplementari in 3 vs 3 non bastano si deve aspettare l’esito della lotteria dei rigori: l’Olimpija segna due volte con Kristjan Cepon e Simsic, mentre l’Asiago segna solo con Naclerio.
 
La Migross Supermercati Asiago è così costretta ad arrendersi all’Olimpija dopo i rigori, raccogliendo solo un punto di quelli messi in palio. La questione 4° posto rimane aperta e bisognerà attendere le partite di sabato, quando l’Asiago affronterà il Kitzbuhel, per sapere come andrà a finire.
 
 
 
Formazione Asiago: Cloutier (Longhini), Scalzeri, Miglioranzi, Casetti, Bina, Pietroniro C., Gellert, Foltin, Olivero, Dal Sasso, Tessari, Stevan, Naclerio, Conci, Benetti, Marchetti, Bardaro, Pace, Rosa, Magnabosco.
 
Formazione Olimpija: Us (Spreitzer), Zorko, Cepon K., Grahut, Svete, Cepon M., Kranjc, Planko, Brus, Simsic, Orehek, Bohinc, Music, Koren, Koblar, Pesut, Rajsar, Zajc, Kujavec, Jezovsek, Ulamec.
 
 
Per Time Score   GS Team Scored by Assist by Assist 2 by On Ice Home On Ice Away
1 11:07 1:0   PP1 ASH Marchetti M. (68) Magnabosco J. (95) Miglioranzi E. (15) 68,14,95,15,17,29 7,44,19,16,33
1 13:40 1:1   EQ HKO Rajsar S. (81) Koblar G. (20) Jezovsek Z. (91) 88,54,7,13,17,29 81,20,91,7,44,33
1 15:59 1:2   EQ HKO Cepon K. (9) Koren G. (19) Zajc M. (88) 65,28,14,91,81,29 9,91,88,28,19,33
2 20:30 2:2   EQ ASH Tessari M. (14) Bardaro A. (81) Rosa M. (91) 14,81,91,28,65,29 88,19,28,16,9,33
2 35:19 3:2   PP1 ASH Gellert A. (65) Bardaro A. (81) Naclerio M. (23) 65,81,23,91,88,29 81,20,7,44,33
2 39:19 3:3   EQ HKO Rajsar S. (81) Zorko L. (7) Koblar G. (20) 23,15,17,95,47,29 91,7,20,44,19,33
3 50:38 3:4   EQ HKO Koren G. (19) Zajc M. (88) Cepon K. (9) 88,54,13,65,28,29 9,88,16,19,28,33
3 52:23 4:4   PP1 ASH Bardaro A. (81) Gellert A. (65) Naclerio M. (23) 91,65,81,23,28,29 16,28,9,88,33
SO 65:00 4:5 PS GWG EQ HKO Simsic N. (10)     29 10,33
 
 
Gli altri risultati: Bregenzerwald – Jesenice 2:6, Cortina – Salzburg II 2:9, Fassa – Kitzbuhel 5:3, Feldkirch – Rittner Buam 1:4, Klagenfurt II – Wipptal 0:3, Lustenau – Gherdeina 4:1
 
  Team GP GD PTS
1 PUS 39 +99 104
2 HKO 39 +71 91
3 RBJ 39 +68 87
4 ASH 39 +44 81
5 RIT 39 +64 80
6 EHC 39 +44 78
7 VEU 39 +18 69
8 WSV 39 +29 66
9 JES 39 +51 65
10 SGC 39 -12 55
11 GHE 39 -31 46
12 KEC 39 -48 42
13 EKZ 39 -62 37
14 ECB 39 -63 29
15 KA2 39 -72 29
16 MIL 39 -85 22
17 FAS 40 -115 15
 

Foto di David S. Wassagruba

foto