Under 17 - I giallorossi superano l’Alleghe all’andata dei playoff

Sabato 3 marzo iniziavano i play off del campionato italiano under 17 con il quadro degli ottavi di finale che vedevano di fronte l’Asiago, vincitore del Qualification Round, e l’Alleghe/Feltre che si era piazzato in sesta posizione nel Master Round. Questa fase prevede un doppio confronto con andata in casa dell’Asiago ed il ritorno ad Alleghe martedì 6 marzo alle 17,30 con differenza reti in caso di parità. I leoni si presentano all’Odegar ancora con alcuni giocatori infortunati e coach Marian schiera 2 linee di difesa e 3 d’attacco. Nel primo tempo i nostri ragazzi comandano il gioco ma non riescono a concretizzare le occasioni. Al 13,32” finalmente i padroni di casa sbloccano il risultato con Rigoni Filippo (19) che guadagna un disco in centro area e di polsino infila nell’angolo basso del goalie fassano. L’Asiago insiste ed in situazione di power play raddoppia al 16,48” con Ferraresi Thomas che sfrutta un bell’assist di Tescari Luca. Si va al primo riposo avanti 2 a 0 con belle giocate e molta attenzione in campo. La seconda frazione vede più equilibrio sul ghiaccio ma il punteggio non cambia e cominciano a fioccare alcune penalità. A metà del terzo drittel ancora il nostro n. 19 ruba disco a centro campo, si invola verso la porta bellunese e fredda il loro goalie per il 3 a 0 asiaghese. Le civette cercano di ritornare in partita e al 17,33”, in power play,trovano il goal della bandiera per il 3 a 1 finale. Dispiace per la rete subita in chiusura vista l’importanza della differenza reti in questa doppia sfida, comunque i giallorossi hanno dimostrato un bel gioco di squadra e cercheranno martedì al De Toni di conquistare il passaggio del turno ai quarti di finale. Appuntamento quindi domani per la gara di ritorno e come sempre Forza Ragazzi e Forza Asiago.

Risultato finale: Asiago 3 – Alleghe/Feltre 1 (parziali 2 : 0; 0 : 0; 1 : 1)
Ottavi di finale: Asiago 1 – Alleghe/Feltre 0
Marcatori Asiago: Rigoni Filippo (19) 2 reti, Ferraresi Thomas 1 rete.

Rigoni Marco

foto