Junior League Under 19 -Una manita giallorossa stende l'Egna

Domenica 28 Gennaio, l’Asiago conferma il buon momento di forma tra le mura amiche dell’Odegar, domando l’Egna con un perentorio 5-1.
Partita mai in discussione, con i leoni subito in vantaggio, molto attenti in copertura e bravi ad approfittare di ogni minima occasione ed errore degli avversari. Risalire la china non sarà cosa facile, la classifica è sempre molto corta e ogni passo falso costa caro, ma la squadra sta crescendo e sta ritrovando gli equilibri e le convinzioni che sembravano smarrite ad inizio Master Round.
 
La partita inizia bene per i Leoni.
Dopo le prime scaramucce il vantaggio dei giallorossi arriva già al minuto 1:39. È l’Egna che, forse con troppa audacia, si riversa nel terzo asiaghese. L’azione di attacco però è confusa, I Giallorossi sono ben messi in campo e coprono bene gli spazi. Un tiro dalla blu viene intercettato da un Block shot da manuale di Olivetto, il puck carambola fuori dal terzo asiaghese e diviene preda di Sniezhnievskyi, che si esibisce in un letale uno contro zero che non lascia scampo al goalie. Un minuto più tardi, bella uscita di zona di Lievore, che alza la testa e serve un diagonale preciso per Ivanov, lanciato sulla destra. Pregevole il dribbling secco a rientrare, fulminante il tiro che ne segue, che si insacca nel sette alla destra del goalie. Al minuto 11:01 soffia ancora sull’Odegar il vento dell’est per la doppietta personale di Ivanov. Stavolta è Tessari a servire il puck, sempre in diagonale sulla destra. Ivanov lo riceve, entra nel terzo e fotografa nuovamente il goalie, ancora una volta all’incrocio dei pali alla sua destra. 3-0!
Nel secondo tempo le Wild Goose tentano la riscossa, ma L’Asiago c’è e non si scompone. Al minuto 6:39 con un stupenda azione in velocità i leoni calano il poker. Sahman fa suo il puck a centro campo e ritorna nel terzo difensivo per dare inizio ad una nuova azione. Dopo il classico giro dietro porta vede però Tessari che staziona solitario sulla blu. La rasoiata a fil di ghiaccio che taglia tutto il campo, avversari compresi, è precisa, Tessari ringrazia ed entra nel terzo senza indugi. Lievore nel frattempo ha visto tutto… anche il futuro, mette giù la testa e pattina deciso verso la porta. Perfetto il passaggio di Tessari nello slot, altrettanto perfetta la deviazione volante di Lievore  per il meritato gol del 4-0. Tanta roba!
Nel terzo tempo la partita rimane saldamente nelle mani dei giallorossi. Raramente l’Egna si fa vivo dalle parti del nostro goalie Rigoni. Al minuto 16:33, un’azione di contropiede ci punisce regalando all’Egna la soddisfazione del gol della bandiera e rovinando lo shut out a Rigoni. Neanche il tempo di fare l’ingaggio e, dopo soli 15 secondi, Sniezhnievskyi segna la rete del definitivo 5-1 rubando il puck dalla stecca del goalie avversario e castigandolo con un tocco beffardo.
Finisce così, con l’Asiago che archivia questa meritata vittoria e saluta sorridendo il pubblico dell’Odegar. Domenica prossima i giallorossi saranno impegnati in trasferta sul sempre temibile ghiaccio della bestia nera Alleghe… Tanto rispetto, si, ma… mai paura!
Buon hockey a tutti e … Forza Asiago!   
 
Risultato finale:   
Asiago – Egna-Ora 5-1   ( parziali  3-0 – 1-0 – 1-1 )
 
Prossimi appuntamenti:
Alleghe – Asiago Domenica 04 Febbraio,  ore 18:00
 
S. A.                      

foto