Asiago-Bolzano finisce 3-4 dopo i rigori, ma l'esordio è positivo

Si è aperta oggi la stagione dei Campioni d'Italia che si sono prima presentati al proprio pubblico e hanno poi incrociato le stecche con l'Hockey Club Bolzano.

Considerando il momento, la preparazione fisica, che pesa sulle gambe dei giocatori, e il fatto che si tratta della prima partita della stagione, si può sicuramente parlare di una buona prestazione. L'Asiago ha giocato una partita aggressiva, come ci si aspettava dopo le dichiarazioni di coach Lefebvre, esordendo in maniera più che positiva.

Gli stellati si sono presentati sul ghiaccio dell'Odegar senza Ulmer, Carrozzi, Borrelli, che devono ancora giungere in altopiano, e Marchetti, fuori per un infortunio rimediato nell'allenamento di martedì.

La partita è terminata 3-3 dopo i tempi regolamentari e ha visto la vittoria del team altoatesino solamente dopo i tiri di rigore.
L'Asiago ha schierato in porta Tura, Mantovani back up. Il primo tempo si è concluso sullo 0-1, dopo il goal segnato da Saviano, con Tura complice nel lasciare scoperto il primo palo.

Nel secondo tempo i leoni impattano il risultato grazie alla rete di Matteo Tessari al minuto 5:41, assistito da Nigro e Iori. Subito dopo il pareggio sono nuovamente i biancorossi a colpire andando a segno due volte: con Insam, prima, e Gander poi, chiudendo in doppio vantaggio il secondo tempo.

Nell'ultimo drittel i Campioni d'Italia non ci stanno e premono sull'accelleratore, segnando prima il 2-3 con Lutz e riportando poi il risultato in equilibrio grazie al goal di Mike Sullivan, che si presenta così ai suoi tifosi.

Dopo i tre tempi si va alla lotteria dei rigori in cui a spuntarla sono gli uomini di Pokel. Per il Bolzano hanno segnato Saviano e Padlipnic, mentre per i giallorossi l'unico rigore realizzato è stato quello di Mike Sullivan.

Si replica domenica al Palaonda di Bolzano.

foto