Asiago sconfitto a Collalbo, si va a gara 7!

Si va alla “bella”! L’Asiago Hockey 1935 è stato sconfitto di misura (2-1) in gara 6 di finale scudetto a Collalbo. I Rittner Buam hanno annullato il match-point degli stellati e l’assegnazione del titolo tricolore sarà decisa in gara 7 che si giocherà giovedì 9 aprile alle ore 20.30 all’Odegar di Asiago. Partita tiratissima e decisa da un gol di Christian Borgatello nel terzo tempo che ha fatto pendere l’ago di una bilancia in costante equilibrio dalla parte dei padroni di casa. Se ne tornano a casa delusi i moltissimi sostenitori asiaghesi saliti a Collalbo ma con un altro importante, e stavolta sicuramente decisivo, appuntamento da segnare in agenda per giovedì prossimo. Grossa novità in casa Asiago alla lettura delle formazioni: manca, infatti, nello schieramento a disposizione di coach John Parco il top
Foto Roberta Strazzabosco
scorer Sean Bentivoglio, rientrato in Canada per l’improvviso ricovero della moglie in anticipo sui tempi previsti per il parto; l’attaccante rientrerà ad Asiago in tempo per giocare gara 7 di finale. Parco aggiusta le linee avanzando Matteo Tessari al fianco di Ulmer e DeVergilio, dopo qualche cambio di prova di Marco Magnabosco, rientrato a tutti gli effetti dopo l’infortunio, l’allenatore asiaghese lo avvicenda con Tessari per tutto il secondo tempo e gran parte del terzo. Nel Renon torna dopo la squalifica Markus Spinell; dubbio turnover fugato con Weinhandl in porta e Di Benedetto in tribuna. Da segnalare il grave infortunio subito da Enrico Miglioranzi nel corso del primo tempo: per il terzino si sospetta la frattura dell’omero della spalla sinistra. Prima vera occasione per il Renon dopo 2’ con Borgatello che libera al tiro Ansoldi, stoppato da Marozzi. Al 5’, Asiago vicinissimo al vantaggio: conclusione dalla distanza di Marchetti, deviazione di Borrelli e disco che s’infrange sulla traversa con Weinhandl fuori causa. All’11, l’infortunio di Miglioranzi che, toccato in velocità su un pattino da Gruber si schianta di schiena sulla balaustra. Due minuti più tardi DeVergilio, all’altezza del punto d’ingaggio alla destra di Weinhandl ha una buona opportunità ma il suo tiro è poco angolato e il portiere austriaco neutralizza. Al 14’, doppia occasione per il Renon con Felicetti, prima, e Simon Kostner, dopo; in entrambi i casi Marozzi fa ottima guardia. Al primo riposo reti inviolate ed estremo equilibrio sul ghiaccio. A rompere la situazione d’incertezza ci pensa Rissmiller che, al 27’, si avventa per primo sul tiro respinto di Tudin e insacca a porta praticamente sguarnita. Tre giri di lancette e Diego Iori ci prova sue volte, senza riuscire a cogliere di sorpresa Weinhandl. Sul fronte opposto c’è lavoro anche per Marozzi che ferma la conclusione di Simon Kostner al termine di un’azione in velocità. Sul tabellone dell’Arena Ritten corre il minuto 36 e l’Asiago pareggia: Borrelli lancia sulla destra Hotham che sfonda e conclude a rete, Weinhandl respinge ma il capitano asiaghese, arrivando da dietro, non ha alcun problema a raccogliere il disco e a depositarlo in back nella porta altoatesina. All’inizio del terzo tempo abbandona la contesa anche Ruben Rampazzo che, infortunatosi nel corso del secondo tempo, prova un cambio prima di gettare la spugna. Al 48’, occasione per il Renon con Eisath che si vede respinta la conclusione da Marozzi, il disco volteggia pericolosamente nello slot dove Tudin non riesce nella volée. Il gol che decide l’epilogo del campionato alla “bella” lo segna Borgatello: Johansson dall’angolo serve centralmente sulla blu per il difensore che conclude di potenza, il disco è deviato da Benetti che mette fuori causa Marozzi. Nel tentativo di rimonta finale le occasioni migliori per l’Asiago le costruisce Diego Iori che prova in tutti i modi a battere Weinhandl. Il risultato, però, non cambia fino alla fine con il Renon che chiude senza troppi affanni e con l’uomo di movimento in più. Giovedì 9 aprile, all’Odegar qualcuno festeggerà lo scudetto, e “bella” sia!
 
Rittner Buam – Asiago Hockey 1935             2-1 (0-0; 1-1; 1-0)
 
Rittner Buam: Weinhandl (Fink); Ramsey, Tauferer, Rampazzo, Ambrosi, Borgatello, Gruber; Felicetti, Johansson, Alber, Kostner J., Eisath, Tudin, Spinell M., Kostner S., Rissmiller, Daccordo, Ansoldi, Quinz, Scelfo, Spinell T.. All.: Marty Raymond.
 
Asiago: Marozzi (Tura); Sullivan, Strazzabosco A., Miglioranzi, Casetti, Marchetti, Hotham, Strazzabosco M.; Tessari N., Borrelli, Presti, Nigro, Tessari M., Stevan, Ulmer, DeVergilio, Benetti, Iori, Pace, Magnabosco. All.: John Parco.
 
Arbitri: Luca Cassol e Claudio Pianezze. Giudici di linea: Ulrich Pardatscher e Claus Unterweger.
 
Marcatori: 27’05” Rissmiller (R), 36’23” Borrelli (A), 52’03” Borgatello (R).
 
Programma, date e orari, della finale scudetto – Asiago e Rittner Buam sono in parità nella serie 3-3.
 
Gara 1 - 26 marzo - ad Asiago: Asiago Hockey 1935 – Rittner Buam 2-3 OT
Gara 2 - 28 marzo - a Collalbo: Rittner Buam – Asiago Hockey 1935 3-4
Gara 3 - 31 marzo - ad Asiago: Asiago Hockey 1935 – Rittner Buam 5-4
Gara 4 - 2 aprile - a Collalbo: Rittner Buam – Asiago Hockey 1935 3-2 RIG
Gara 5 - 4 aprile - ad Asiago: Asiago – Rittner Buam 5-1
Gara 6 - 6 aprile - a Collalbo: Rittner Buam – Asiago Hockey 1935 2-1
 
Gara 7 - 9 aprile - ore 20:30 ad Asiago (diretta TV Rai Sport)

foto